Qualcosa par ci lega, strano
perché quando ti vedo Anette
il tuo sorriso mi promette
il garbo di lontano

parente, il tuo castano
capello, le dilette
tue guance e le fossette
gentile la tua mano

quasi mi commuove
la fresca tua eleganza
nel cuore piano piove

malinconia e speranza
le corde vecchie e nuove
di una propizia danza